La Federazione

Risorse

Il giornale del SUNIA

Area admin


Home -> News

Torna alle news

Comune di Bari. Subito la pubblicazione del bando per l’integrazione del canone di locazione pagato dagli inquilini nell’anno 2016. Dichiarazioni di Nicola Zambetti segretario S.U.N.I.A.

Entro il 12 ottobre il Comune deve consegnare l’esito del bando di concorso per l’integrazione del canone di locazione pagato dagli inquilini nell’anno 2016. Ad un mese dalla scadenza di questo termine il Comune di Bari è l’unico della provincia che non ha ancora emanato il bando. A Bari sono interessati oltre 3200 famiglie in affitto ed avranno pochi giorni per presentare la domanda con la relativa documentazione. La Giunta Regionale Pugliese, il 2 agosto scorso, ha approvato la ripartizione tra i comuni di 10 milioni di euro da destinare alle famiglie in locazione con contrato registrato per l’anno 2016. Al Comune di Bari sono stati assegnati 1.138.482 Euro. Il 10% in meno di quanto spettava. Il taglio del finanziamento è conseguente alla scelta fatta lo scorso anno dalla Giunta Comunale di non partecipare alla premilità regionale. Le famiglie baresi che hanno partecipato al bando lo scorso anno hanno percepito in media il 50% in meno degli anni precedenti. Il SUNIA invita il Comune ha pubblicare subito il bando di concorso e a non commettere gli errori dello scorso anno. La Giunta Comunale deve decidere di partecipare alla premialità regionale impegnando almeno 228.000 euro dal proprio bilancio in questo modo parteciperà alla ripartizione di euro 5.000.000 tra i comuni che avranno integrano con fondi propri il fondo regionale. Al bando di concorso possono partecipare cittadini residenti nel comune di Bari che nell’anno 2016 conducevano in locazione un immobile con contratto registrato ed un reddito da lavoro dipendente o pensione dell’intero nucleo famigliare inferiore ad euro 25.833 più 516,46 per ogni figlio a carico. Da questo bando possono partecipare anche le famiglie extra comunitari in possesso di regolare permesso di soggiorno e di contratto di locazione registrato. Infatti la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittima la legge che escludeva dal bando le famiglie di extra comunitari che non risiedevano in Italia da oltre 10 anni e 5 anni in Puglia. Le famiglie con reddito zero o che pagano un canone superiore del 90% del reddito percepito possono partecipare al bando se dimostrano da chi sono stati aiutati nel pagare il fitto. Questa norma serve a non dare l’integrazione del canone a famiglie che lavorano a nero o che evadono il fisco. Quest’anno possono inoltre partecipare al bando separati che hanno lasciato in uso al coniuge l’alloggio in proprietà. Il S.U.N.I.A. si augura che il comune si confronti con i sindacati inquilini prima di pubblicare il bando al fine di non avere i tanti problemi che l’anno scorso hanno causato il ritardo nella erogazione del contributo.

 

Inserita il: 12/09/2018

Sedi Provinciali
Puglia - federazioni provinciali: Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto

SUNIA Nazionale


© 2006 SUNIA - WEBMASTER 

Sunia Foggia Sunia Bari Sunia Brindisi Sunia Taranto Sunia Lecce